L’opinione non richiesta: agglomerati di carbonio

Diciamoci la verità.  Dal punto di vista ingegneristico non si può che provare ammirazione per lo studio delle forme e della costruzione delle attuali ali di F1. Guardate la foto qui sopra. Ogni singolo millimetro è  lavorato per rendere al meglio.La complessità di tale agglomerato di carbonio se da una parte ci stupisce in senso positivo,dall’altra ci porta a domandarci se siamo sicuri che tale esagerazione costruttiva serva veramente a questa F1.

Chi più esperto tecnicamente di me, da sempre,fa notare che più sono complessi gli orpelli aerodinamici attorno al telaio delle monoposto,più rende difficile alle monoposto stesse stare in scia l’una all’altra…E questo si sa,si traduce con meno sorpassi in pista.

Le ali delle F1 devono essere veramente così complicate o basterebbe rende tutto più semplice,non standardizzato,ma più semplice, per vedere se le monoposto riuscissero a stare piu in scia tra loro essendo che la domenica non corrono in una galleria del vento ma in un tracciato?

Nessuno qui chiede un revisionismo preistorico aerodinamico, ma forse del buon senso tecnico regolamentato di certo. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...