F1 tra Halo e Canopy ed il passato di Brabham e McLaren

Dopo il dispositivo Halo Ferrari visto ai test di Barcellona,oggi anche Redbull ha svelato il suo sistema di protezione per la testa del pilota in quel di Sochi.
Come ampiamente anticipato ci troviamo dinanzi ad un sistema totalmente diverso

Da quello Ferrari. Il sistema Canopy redbull è un vero e proprio cupolino simile a quello dei jet.

image

A prima vista, per chi qui scrive,sembra essere un sistema molto migliore di quello a telaio montato dalla Ferrari. Qui il pilota è molto più protetto, e manca anche il pilone centrale.inoltre si integra molto meglio con le protezioni del casco. Come si vede dalle foto la vista laterale non è compromessa e la distanza della curvatura del cupolino dagli occhi,come dice Ricciardo non dovrebbe dare problemi di distorsione della vista. Aggiungiamo inoltre che con questo sistema incidenti come quelli di Massa si potrebbero evitare, con l’halo Ferrari invece no.
Per tenerlo pulito basterebbero tipo delle visiere a strappo già usate in endurance,gt e nascar, che andrebbero rimosse al pit. Non serve come dicono in tanti un tergicristallo, anche perché esistono prodotti che possono far scivolare via pioggia e olio (p.s. da anni a fine gara non so vedono vetture sporchissime ormai).

image

image

Certo sembra ancora un poco ingombrante e magari sovradimensionato ma è un bel passo avanti nello studio della sicurezza. Sarà usato o no nel 2017? Difficile dirlo,ma di certo,come già scritto nei mesi scorsi in questo blog, queste soluzioni atte a migliorare la sicurezza sono ben accette. Ricciardo dice che per lo spettatore cambierebbe solo di non vedere il casco del pilota,che già oggi lateralmente è difficilmente distinguibile e riconoscibile con le protezioni laterali.
Punto contro andrebbe a snaturare l’essenza delle monoposto aperte. Vero, ma ad oggi preferire avere Justin Wilson in pista con una Canopy che non averlo. Anche l’endurance sta via via abbandonando le barchette aperte per motivi di sicurezza, giusto ricordarlo perché proprio in questo giorni piangiamo l’anniversario della scomparsa del nostro Alboreto.
Quindi approvo la soluzione Redbull con più pace interiore per come si integra con la monoposto rispetto al sistema Ferrari.

image

Vi porto poi a pensare ad una cosa…Torniamo ai tempi dei cavalieri del rischio e della OLDSCHOOL F1.  Vi dicono niente queste immagini?

image

image

image

Ebbene, qui vediamo un cupolino montato sulla Brabham. Allora non si pensava per la sicurezza dei piloti,Brabham era quello poi che voleva continua a correre tra gli alberi, ma si pensava ad una miglior penetrazione aerodinamica della monoposto. Il cupolino fu scartato subito perché distorceva la vista e a Jack Brabham faceva girare la testa.
Guardate poi queste altre due foto

image

image

È la Mclaren che testa con Alain Prost un cupolino sempre per motivi aerodinamici e abbandonato anche qui dopo i primi test.
Se queste prove fossero risultate positive e i team avessero cominciato allora a montare questi dispositivi,allora nell’era, a detta di tutti, d’oro del motorsport, oggi magari avremmo vetture più chiuse e nessuno si lamenterebbe su Twitter e Facebook che i cupolini fanno schifo e le monoposto devono essere aperte. Son punti di vista ovvio, io apprezzo però che per una volta i team stanno collaborando a qualcosa di concreto assieme.
La F1 del passato va rimpianta per i campioni,le personalità e le regole sportive,non certo per le morti di quei ragazzi che se avessero potuto avrebbero scelto questa sicurezza,non quella dei loro tempi…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...