L’avvelenata. Altre idiozie dalla F1. Ecco i (pochi) team radio vietati

Viviamo nel 2016. Da qui ai prossimi 20 potremmo iniziare a vedere per le strade di tutti i giorni auto senza pilota per abbattere il rischio di incidenti dati dal fattore umano (facciamocene una ragione parte 1).
Senza fare un salto di 20 anni, già oggi le nostre vetture “dialogano” con noi e ci assistono alla guida molto di più di soli 5 anni fa (facciamocene una ragione parte2).
Ecco, lo sport che dovrebbe essere la punta dell’iceberg tecnologico (e lo è ancora sotto molti aspetti)

Invece che guardare avanti guarda al pre 1984. I Team radio da quando la vettura è fuori dal garage non spariscono ma vengono in un qualche modo limitati. Questo perché pare che facciano sembrare, agli occhi dei tifosi generalisti (ignoranti scusatemi), le cose semplici per i piloti. Vorrei vedere sti tifosi a bordo di una monoposto per 60 giri (anche 3 dai) cosa farebbero o se chiederebbero le impostazioni arcade come sulla playstation dal divano di casa.
Incredibile come si debba regolare anche questo. Piloti come Schuamcher hanno costruito una carriera dialogando intensamente su tutto con il proprio muretto…perché oggi non andrebbe più bene? Per ascoltare dei pirlotti da divano che hanno completato un sondaggio in internet o si lamentano via tweet?
Ci son piloti come Raikkonen a cui piace non gli vengano frantumate le gonadi dal muretto,altri come Rosberg a cui piace sapere tutto ogni momento. Qual’è il problema?! Veramente non capisco…e forse cari amici il pirla sono proprio io.

Insomma sta di fatto che i team radio che si possono fare,senza che ci sia l’impressione che nascondono messaggi in codice, sono questi:

Farsi dire se il pilota ha ricevuto il messaggio detto
Indicazioni su possibili o avvenuti guasti
Informazioni su guasti alla vettura
Informazioni su problemi alla vettura che non possono essere visti da software di bordo
Informazioni se si più rientrare per ritirare o sistemare la vettura
Informazioni su problema di un avversario
Informazioni su segnalazioni della direzione gara,lungo circuito,bandiere,tracciato bagnato o detriti o olio in pista
Informazioni del meteo
Informazioni del tempo sul giro e settore
Informazioni del tempo sul giro di un avversario
Informazioni sul traffico e distacco altri competitors durante sessioni delle libere e gara
Informazioni su quanti giri mancano alla fine delle libere o della gara
Informazione sulla posizione durante le libere o in gara
Informazioni come spingi,spingi ora,stai lottando con…
Informazioni su quando entrare ai box
Informazioni su quando usare limitatore,sulle linee bianche ecc
Informazioni su penalità in gara del pilota stesso o avversario
Informazioni su quando Drs attivabile o no
Informazioni su mappature e impostazioni delle stesse durante prove libere

Ora quello che non si può dire

Tipologia di gomma che verrà installata al pit stop in gara
Tecnica di guida in generale (tipo accelera li,frena la)
Numero di giri che un avversario ha fatto con un set specifico di gomme in gara
Gomme montate da un avversario
Strategia avversario
Finestra di Safety car
Informazioni su modifica alettone anteriore al pit stop
Moniti sui limiti della pista

Insomma tutto questo per evitare in realtà messaggi come quello tra Webber e Vettel, il famoso multi 21, o quello come Fernando is faster than you.
Ecco vietate gli ordini di scuderia e siamo apposto. Ma siccome ci sono sempre stati e sempre ci saranno,allora si finge di far contento il popolo della tv domenicale sventolando restrizioni radio che alla fine della storia si contano sulle dita di una mano.

Cara F1 il crash gate di Piquet jr,Alonso, Briatore e Pat Symond, dimostra che non servono i team radio per fare porcate in gara. Basta una buona pianificazione a tavolino.

Lasciate i piloti dire e sentire quello che vogliono, il male della F1 non è nei team radio,lo sappiamo tutti, ma ce lo vendono come cosa positiva. Non tutti siamo pirlotti dai…
O la radio la levate dal tutto,o lasciatela usare come si deve.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...