Ma Alain Prost quando tira? Auguri Professore

“Se volete farmi un complimento, ditemi che non riuscite a capire quando sto tirando e quando no” Alain Prost

60 anni. No Alain Prost non può avere 60 anni. Per me ne ha ancora 30,o 35. Certi personaggi a cui sei legato quando sei giovane non invecchiano mai. Loro sono quelli la, non questi qua.
Impossibile per me

Quando vedo Alain, non pensare ad Ayrton Senna. Anche se Alain era già un grandissimo prima dell’arrivo del brasiliano in F1 è innegabile che i due siano uniti da un filo conduttore.

Andai io a prendere Ayrton all’aeroporto per la gara delle Mercedes nel nuovo tracciato rivisitato del Nurburgring. In macchina era tranquillo e amichevole, ma arrivati al tracciato cambiò. Si chiuse in se stesso e per la foga con cui condusse quella gara capii molte cose sugli anni avvenire.

I campioni si fiutano da subito. Ad Ayrton interessava solo di Alain. Forse solo Mansell aveva nel brasiliano una attenzione simile,ma in occasioni specifiche. Gli altri non esistevano proprio. Per Ayrton, Alain, era il migliore.

Tralasciamo i mondiali 89 e 90 di cui tanto si è parlato e scritto. Cosa avrebbe vinto Alain senza Senna e viceversa? Oppure senza l’un l’altro i due si sarebbero spinti così nelle loro prestazioni? Non vi siete mai posti queste domande?

È un peccato che quando si parli dei grandi piloti della F1 spesso Alain non venga considerato nemmeno tra i primi 5. Certo, non aveva una guida spettacolare come altri. Magari si prendeva un secondo in qualifica, ma poi in gara era lì, sempre li davanti, certo non rischiava mai oltre al dovuto, ma era sempre la.

La tara del pilota Prost l’ha data Senna ad Imola con quel messaggio via radio dal l’abitacolo. Era finita un era, un’epoca resa grande da due piloti su tutti (non me ne vogliano splendidi protagonisti come Piquet o Mansell) che avevano legato le loro carriere a doppio filo e portato la F1 ad un livello di popolarità mondiale senza pari.

Veloce quando serviva davvero, grandissima visione di gara, estrema cura per la meccanica delle sue auto, gran lavoratore e collaudatore.
Ma anche abile politico nel spostare le gerarchie nel team, nel firmare contratti e nel farsi voler bene dal connazionale Balestre, l’allora presidente della Fia.

Si caro Alain Prost, non capivo, e ancora oggi quando riguardo le gare storiche, quando stavi tirando. Un mio difetto, ma un suo grande pregio.
60 anni? Ma per favore professor Prost. Chapeau.

28iqoo7 2s3te

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...