F1 2015: COSA ASPETTARSI QUANDO SI ASPETTA

Ci siamo. Dopo qualche render (Williams e Lotus) una livrea svelata (Force India, tra l’altro simile a quella del team Patrick in Indycar nel 99) e qualche foto a 2cm di carbonio non verniciato, domani con la presentazione della Mclaren Honda, la stagione di F1 entra nel vivo.
Proviamo a vedere cosa ci aspetterà in questo 2015.
Mercedes:  è di fatto il team favorito. A meno che di madornali errori di sviluppo Lewis e Nico avranno ancora un buon vantaggio sugli avversari nonostante, come disse Costa ai caschi d’oro di Autosprint, spesso  si son spinti oltre i limiti della vettura per creare tale vantaggio. I favoriti sono loro.
Williams: come per Mercedes ha mantenuto stabilità e tecnica e di piloti. Pat Symonds ad ora sembra essere l’uomo in più.  Il motore Mercedes c’e, le basi su cui è stata sviluppata la monoposto anche. Ora aspetta ai piloti fare quello scatto verso la vittoria. Massa dovrebbe ricominciare dal finale di stagione 2014 e Bottas dovrebbe finalmente dimostrare di lottare ad armi pare con i primi della classe perché ne ha le capacita.
Ferrari: tranne Kimi ed Allison è cambiato tutto. Può essere che sorprendano tutti e lottino subito per le prime posizioni, come può essere che invece la vera rossa si vedrà più in là nella stagione e ci scappi quel paio di vittorie chieste da Marchionne. Vettel sarà l’arma in più portando una ventata di novità.
Mclaren: come in Ferrari è cambiato tutto. Button ed Alonso sono una garanzia. Il vero punto di domanda è il motore Honda. Sarà all’altezza di Mercedes?  Secondo me la vera Mclaren cominceremo a vederla dai gp europei e avranno un cuscinetto di tempo naturale per giustificare cattive prestazioni. Da tenere sotto controllo anche il rapporto Dennis – Alonso,  ma non credo ripeteranno gli stessi errori del 2007.
Redbull: È la vera incognita.  Ancora più di Ferrari e Mclaren.  Molto dipenderà dal motore Renault. La vettura è ancora firmata Newey.  Ricciardo ha dimostrato di saper vincere e lottare alla pari  con tutti. Kvyat potrebbe essere una gradita sopresa.
Lotus: Difficile fare peggio del 2014. Il motore Mercedes è una garanzia. Se la vettura nascerà bene, è probabile che nella prima parte di stagione potrebbe infasitidire i “top” team.
Force India: vale lo stesso discorso per Lotus. L’inizio di stagione potrebbe portare tante sorprese.  Poi dipenderà dai soldi per lo sviluppo.  Da capire quanto Hulkenberg riuscirà a concentrarsi tra maggio e giugno col team visto l’impegno a Le Mans con Porche.
Toro rosso: finalmente vedremo il baby prodigio in gara. Secondo me a Faenza avranno qualche grattacapo a gestire due galletti come verstappen e Saint jr.  Occhio ai primi gp.
Sauber: si può far peggio del 2014? Difficile, quasi impossibile. Di Nasr sappiamo poco o nulla su quanto possa essere competitivo in gara. Eriksson nel finale di stagione 2014 sembrava essere più a suo agio.. di certo hanno valige piene di soldi, ed a Sauber per ora basta questo.
Catheram: propabilmente sarà, ancora, la costante dell’eliminazione in q1.  Come diceva Tyrrell, ai top team serve qualcuno che arrivi sempre ultimo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...